Torna la Settimana per l’Energia: cinque giorni per la transizione di imprese e Paese

Torna la Settimana per l’Energia: cinque giorni per la transizione di imprese e Paese
Settimana per l'energia

Torna online su piattaforma Zoom la settimana per l’energia e accende i riflettori su “L’energia per la transizione: rivoluzione verde e transizione ecologica per il futuro del Paese”. Un’occasione – anzi, una settimana di occasioni – per riflettere su molte delle parole chiave del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilenza) che pone la svolta ecologica al centro del processo di sviluppo post-Covid.

Si comincia il 25 ottobre per concludere un viaggio scandito da stimoli, approfondimenti e testimonianze il 29 ottobre con un focus di Varese su “Comunità energetiche e autoconsumi collettivi: il nuovo modo di fare fotovoltaico” in programma lunedì dalle 17 su piattaforma Zoom.

 

ISCRIVITI PER RICEVERE IL LINK DI PARTECIPAZIONE

COMUNITA' ENERGETICHE: PERCHÈ?

Perché parlare di comunità energetiche e autoconsumi collettivi? Qualche numero per giustificare l’importanza della scelta. Nei prossimi anni, tanto per cominciare, si prevede di dover duplicare la capacità di installare impianti fotovoltaici per raggiungere gli obiettivi previsti dal Pniec (Piano Nazionale Integrato per l'Energia e il Clima 2030). In Lombardia, in particolare, l’obiettivo è installare da qui al 2030 più potenza fotovoltaica di quella disponibile oggi. Secondo le stime del Politecnico di Milano, inoltre, nel prossimo quadriennio nei gruppi di condivisione dell’energia (comunità e autoconsumo collettivo) saranno coinvolte tra le 145mila e le 312mila utenze bassa tensione, tra le 13.500 e le 37mila utenze media tensione e tra i 906mila e il milione e 700mila utenze domestiche che andranno a costituire tra i 3.500 e 13mila gruppi di autoconsumatori collettivi e tra le 14mila e le 31mila comunità energetiche in tutta Italia, di cui almeno il 50% al Nord.

IL PROGRAMMA DEL 25 OTTOBRE 

Settimana per l'energia

Insomma, la carne al fuoco è molta e il 25 ottobre si alterneranno teoria e pratica, con Gian Luca Gurrieri, direttore generale Ambiente e clima di Regione Lombardia e il professor Antonio Lobosco (Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano) che entreranno nel merito delle comunità energetiche, affiancati da Renato Ornaghi e Roberto Rosanna che presenteranno rispettivamente “Le possibili sinergie pubblico/privato nelle comunità energetiche: case study in provincia di Trento” e “La startup innovativa sulle comunità energetiche in autoconsumo collettivo”.

Termini non sempre conosciuti eppure strategici per dare un futuro sostenibile ad un Paese che sul Pnrr si gioca la partita tra sviluppo e recessione. Sul tavolo ci sono 191,5 miliardi di euro per il periodo 2021-2026, ai quali vanno aggiunti 30,6 miliardi di euro del Fondo Complementare finanziato tramite lo scostamento pluriennale di bilancio approvato dal Consiglio dei ministri. Non ultimi, figurano ulteriori 13 miliardi del React-Eu, che fanno salire il monte euro a quota 235,1 miliardi. Da suddividere nelle sei missioni del Piano, al cui primo posto figura la “Rivoluzione verde e transizione ecologica”, suddivisa a sua volta in quattro componenti: economia circolare e agricoltura sostenibile; energia rinnovabile, idrogeno, rete e mobilità sostenibile; efficienza energetica e riqualificazione degli edifici; tutela e valorizzazione del territorio e della risorsa idrica.

TUTTO IL PROGRAMMA

Settimana per l'energia

Non si potrà farsi trovare impreparati: non potrà il Governo, ma neppure le imprese e i privati cittadini. Ed è su questo binario che si muovono gli eventi della settimana per l’energia, il cui programma completo è consultabile sul sito www.settimanaenergia.it.

Tra gli appuntamenti da appuntare in agenda, oltre a quello del 25 ottobre alle ore 17, ricordiamo “L’utilizzo di aggregati riciclati e rigenerati in edilizia”, “Infrastrutture di ricarica elettrica: opportunità di sviluppo per il territorio?” e “Micro e piccoli Comuni al tempo del Covid; laboratori di innovazione e strategie di resilienza”, tutti in calendario martedì 26 ottobre.

Il giorno successivo ci si concentrerà sulle “Sinergie sostenibili per la rigenerazione urbana” mentre ricchissimo è il panel di giovedì 28. Nell’ordine: “Innovazione e Pmi lombarde per sostenibili produzioni alimentari di qualità”, “Il teleriscaldamento: l'esperienza nel territorio di Legnano”, “L’etichetta energetica 2021”, “Investimenti nelle infrastrutture idriche, dalla necessità all’opportunità” e “Riqualificazione del porto fluviale di Valdaro: dal trasporto su acqua all'istituzione di una zona logistica semplificata”.

Gran finale venerdì 29 con l’attenzione rivolta sull’energia per la transizione: Pnrr, rivoluzione verde e transizione ecologica per il futuro del Paese.

ISCRIVITI PER RICEVERE IL LINK DI PARTECIPAZIONE