Alla Dealflex di Vergiate, dove anche il materasso ha un'anima

Alla Dealflex di Vergiate, dove anche il materasso ha un'anima

Dealflex Snc

dealflexsnc@gmail.com

Da Thiene, cittadina in provincia di Vicenza, a Vergiate la strada è lunga. Ma il lavoro non conta i chilometri: si va dove c’è. Così ha fatto Leone, papà di Alessandro Facci, che dai turni di notte in quella che oggi è la Whirpool passa, durante il giorno nella cantina di casa, alla lavorazione dei materassi con sua moglie Luigia Sella: la tradizione, in questo caso quella dell’artigianato veneto, è fatta anche di mani. E di quelle mani che componevano, cucivano, tagliavano e afferravano la lana cardata, il titolare della Dealflex ne conserva un ricordo indelebile.


SOLO TRE IN TUTTA ITALIA
Perché anche lui è materassaio ed è uno dei tre che, in tutta Italia, ancora oggi esegue manualmente alcune fra le lavorazioni più complesse e faticose del bucare, annodare e rifinire. Un evento famigliare drammatico lo costringe a lasciare gli studi in ragioneria, e a diciassette anni entra in azienda: dalle trapunte e copriletto, il core business si sposta sui materassi. Di qualunque forma. Ma quella scuola fatta di “cura e attenzione maniacale” di mamma Luigia, Alessandro se la porta dentro: “Le cuciture non si devono mai allentare”. Così alla Dealflex – nome nel quale De sta per Delia (la moglie), Al per Alessandro e Flex per tutto quello che è il mondo del materasso – il dormire diventa un’arte: produzione artigianale e Made in Italy assicurano benessere e salute nel riposo.

PRECISIONE E LEGGEREZZA
Nel laboratorio, materassi ovunque e una trapuntatrice multiago “che produce dieci volte quello che produrrei io da solo”, dice orgoglioso Alessandro Facci. Che con la leggerezza di un colibrì volta e rivolta il materiale sul tavolo da lavoro, spruzza colle ecologiche a base d’acqua, controlla che tutte le componenti corrispondano millimetricamente, per poi comporre con una destrezza invidiabile un materasso fatto e finito. L’esperienza di quarant’anni di lavoro mette in connessione fra loro, come accade ai circuiti di un computer, testa, occhi e mani. E il lavoro si fa danza tra forbici, pinze e punteruoli.

SCUSI, HO IL MAL DI SCHIENA…: C’E’ UN MATERASSO PER TUTTI
Il cliente ha un’ampia scelta in fatto di tessuti (anallergici e antiacaro), colore, imbottitura, dimensione. Materassi Memory oppure con molle insacchettate (indipendenti e anatomiche, il loro numero varia da 800 a 1.600 in un solo pezzo) o tradizionali (il cosiddetto Permaflex). Però, una chiosa è doverosa: “Alcuni vengono da me e mi chiedono perché hanno il mal di schiena: il materasso conta, vero, ma meglio rivolgersi ad un medico – dice Alessandro Facci -. Io posso solo consigliare il prodotto migliore in relazione al proprio lavoro: sempre seduto davanti al Pc? Spesso in auto per raggiungere i clienti? Postura sbagliata? Il mio obiettivo è sempre stato quello di produrre materassi di qualità superiore rispetto a quelli che si possono trovare nei negozi, ma ad un costo inferiore”. Da qui, dove Facci è all’opera fin dalle sei della mattina, escono circa cinquanta materassi in un mese: “Un buon prodotto matrimoniale con molle insacchettate (per realizzarlo ci vuole circa una giornata) ha un costo di circa mille euro; il Memory, che richiede invece due ore, va dai 750 agli 800 euro. Questi sono i prezzi di partenza, poi a seconda delle esigenze del cliente ci si ragiona. Una cosa però è certa: la durata nel tempo di questi prodotti non cambia. Dopo trentasei anni questi materassi sono ancora perfetti”.

NON CI SONO COSE IMPOSSIBILI
Il suo perfezionismo gli ha dato ragione: agli inizi con commesse importanti per la Novatex; ora anche per il privato, con materassi che raggiungono la Puglia, la Svizzera e la Bulgaria. Non c’è alcun bisogno di sottolinearlo, eppure il titolare della Dealflex lo fa perché il motore della sua vita sta tutto lì: “Il mio lavoro mi piace davvero tanto: quando un materasso è finito provo la stessa, grande soddisfazione di quando ero alle prime armi. E se qualcosa non mi riesce come vorrei, disfo tutto e ricomincio da capo. Per me non esiste una cosa che è impossibile fare”.

ANCHE IL MATERASSO HA UN’ANIMA
Tutto questo è frutto di un’attenzione particolare che prende il via dal “box, quella struttura che è l’anima del materasso. Inoltre, a fare la differenza è anche la particolarità dell’assemblaggio: alla Dealflex realizziamo un modello alla volta, e ogni prodotto è unico”, ricorda Facci. Che è puntuale anche nel sottolineare la differenza tra artigianato e produzione in serie: “Uno fra i segreti è la piattina in acciaio che inseriamo sul perimetro interno del materasso: se non ci fosse questa, una volta in piedi il materasso si piegherebbe fino a perdere dieci centimetri di lunghezza”. Il segreto della riuscita di questa impresa, però, è anche la moglie Delia: “Alessandro mi ha coinvolto da subito nel suo lavoro e io l’ho seguito. Però, a volte lavorare con lui è veramente difficile: non gli va mai bene niente!”.

Anche il materasso ha un'anima