Caro-bollette: cause, conseguenze e soluzioni per le imprese. Il podcast per fare il punto

Caro-bollette: cause, conseguenze e soluzioni per le imprese. Il podcast per fare il punto

Caro energia, i prezzi si impennano e le imprese faticano a far tornare i conti. Le cifre sono ingombranti: nella seconda parte del 2021 le quotazioni hanno sfiorato quota 280 euro a megavattora contro i 60 di inizio gennaio. Ancora peggio è andata al metano, che oggi vale 0.9 euro al metro cubo contro gli 0,25 di sei mesi fa. In questo contesto ci si domanda quali siano le cause della fiammata.

Proviamo a ricostruirle in questo podcast realizzato da Antonella Imondi, referente Cenpi di Confartigianato Artser, partendo dalle fondamenta: lo squilibrio strutturale tra l’offerta sui mercati internazionali e l’aumento della domanda di gas naturale in Europa, a fronte di un inverno lungo e della ripresa delle attività post pandemia che ne ha svuotato le scorte.

A questo punto non resta che sperare, come prevedono gli analisti che, raggiuto il picco, la strada della discesa possa iniziare già da inizio primavera, contribuendo ad agevolare la produzione e a dare ossigeno alle famiglie.

Nel frattempo, dovendo fare i conti con prezzi triplicati rispetto al passato, contrariamente a quanto fatto sino ad ora, il Cenpi – Confartigianato energia per le imprese - ha optato per un prezzo variabile, almeno per il 1° trimestre, con l’obiettivo di fissarlo non appena le condizioni di mercato lo permetteranno.

Di seguito l’analisi nel nostro podcast. Continueremo a monitorare l’andamento dei prezzi al fine di informare nel merito le imprese: il consiglio, nel frattempo, è di operare sul contenimento del consumo, in attesa che la situazione internazionale volga in modo favorevole alla bolletta.

ASCOLTA IL PODCAST